martedì 22 novembre 2011

L'ultimo negoziante di Camnago - Il Cicerone delle lavatrici

Di seguito riportiamo un articolo tratto dal giornale locale La Provincia di martedì 22 novembre dedicato all'attività della famiglia Molteni, da sempre i negozianti di fiducia presso l'edicola del paese.



CAMNAGO VOLTA Quando lavatrici, tv e frigoriferi erano solo grosse scatole che entravano per la prima volta nelle case dei comaschi e nessuno sapeva bene come usarle era Mario Molteni ad illustrarne i segreti. Per questo può essere ribattezzato il Cicerone degli elettrodomestici. Nato 85 anni fa a Cantù, nel 1955 ha aperto con la moglie Pierina Malinverno a Camnago Volta quello che oggi è l'unico negozio rimasto nel quartiere. Con in vendita fin dall'inizio articoli di cartoleria, giocattoli, merceria, casalinghi, poi anche giornali, tabacchi ed elettrodomestici. E mentre altre attività nei dintorni sono scomparse, dagli anni Ottanta il figlio Tiziano Molteni continua a gestire il negozio in via della Pila. Ma c'è di più. Perché Mario Molteni nella sua vita ha fatto di tutto, sempre con tanta buona volontà.


«Ero un venditore ambulante e dopo il matrimonio ho deciso di dedicarmi all'attività di commerciante: avevo le licenze, non esisteva niente di simile qui e abbiamo voluto andare incontro alle esigenze delle persone» racconta. E le giornate di lavoro erano sempre lunghe perché non c'era solo il negozio.


«Si alzava alle quattro e mezza del mattino e aiutava i contadini a trasportare frutta e verdura al mercato - spiega la moglie - poi faceva consegne a casa: cherosene, bombole del gas, installava o riparava stufe ed elettrodomestici, a volte i clienti lo invitavano anche a mangiare un po' di minestra insieme».
E le parole chiave sono sempre state costruire fiducia e soddisfare le esigenze della clientela.


Foto di Pozzoni Carlo

Sul sito de La Provincia, inoltre, è disponibile anche una video intervista al signor Mario Molteni: una testimonianza unica del passato di Camnago Volta.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Auguri e complimenti al signor Molteni.
C'erano una volta i negozi di quartiere, dove si comprava di tutto e si riceveva in omaggio un sorriso... Anche nel mio "angolo di mondo" ce n'era qualcuno, ma ormai sono tutti scomparsi e li rimpiango un po'!!!

S.L ha detto...

Da parte di chi devo riferire questi auguri?
Signorina, Signor...?

Grazie per il commento!
La prossima volta, sarebbe preferibile firmarsi anche :-)

Lo Staff

Roberto Todeschini ha detto...

Le realtà commerciali come quella del Sig. Molteni, sono risorse irrinunciabili per i quartieri periferici: questi infatti,oltre che a svolgere un servizio per la comunità offrono un patrimonio storico di identità del territorio stesso!!Aiutiamoli con la nostra presenza a mantenerli vivi a servizio di tutti!!