giovedì 31 gennaio 2008

Successo per il Parco del Cosia

L'appuntamento organizzato sul Parco del Cosia ha avuto un grande successo; a rinconferma di ciò ecco un l'articolo in anteprima tratto dal settimanale della Diocesi di Como che potrete leggere a riguardo!

L'IDEA DI DARE VITA AD UN PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE
Dalle sorgenti del Cosia alla Città
Un progetto coltivato da tempo e illustrato la scorsa settimana dagli architetti Giuseppe Reynaude Marco Castiglioni de “La Città Possibile Como”. Vediamo di che cosa si tratta...
di SILVIA FASANA

Alla città un luogo verde di svago e relax, tutelato dalla pressione insediativa che sta pian piano erodendo le aree ancora libere della periferia urbana. L’ipotesi prevede il coinvolgimento dei Comuni di Tavernerio e di Como, con l’allargamento ad Albese con Cassano ed Albavilla, in cui scorre il primo tratto del torrente Cosia. La forma legislativai dentificata come più adeguata risulta essere quella del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS), previsto dalla normativa regionale sulle Aree Protette. Secondo i promotori, il PLIS della Valle del Cosia dovrebbe prevedere modalità “leggere” di gestione e valorizzazione del territorio.

La possibilità come Parco di partecipare a bandi nazionali ed europei, renderebbe fattibili interventi per la riqualificazione del sistema delle acque, la salvaguardia delle aree
ancora naturali
e la connessione della rete ecologica, il ripristino della rete dei sentieri ed il recupero di antichi monumenti della storia e cultura locale.
Inoltre, sarebbe possibile individuare modalità di sostegno delle attività agricole ancora esistenti che, indirizzate verso forme di gestione compatibili, possano trarre nuove occasioni
di sviluppo, nel rispetto della tradizione del passato.

Qualche passo nella direzione della costituzione di un PLIS è già stato fatto alcuni anni fa dal Comune di Tavernerio con la realizzazione di uno studio floristico-vegetazionale ed un’analisi della qualità ambientale dell’area, lavoro che ha fornito le basi per la stesura di un “Progetto di fattibilità” per l’area protetta.

L’istituzione del Parco è inoltre prevista nel Piano di Azione di Agenda 21 approvato dal Comune di Como nel 2005. Marialuisa Tettamanzi, assessore all’Ambiente e Comunicazione del Comune di Lurate Caccivio, ha spiegato le tappe amministrative necessarie alla costituzione di un PLIS, da lei efficacemente definito come «un luogo dove le regole dettate dalle leggi non stravolgono quanto è giàesistente, anzi… un luogo dove natura e attività umana possono “camminare insieme”!», portando la sua recente esperienza dell’istituzione del PLIS delle sorgenti del torrente Lura tra i comuni di Lurate Caccivio (capofila), Faloppio, Gironico, Montano Lucino, Oltrona S. Mamette,Uggiate Trevano, Villa Guardia, riconosciuto ufficialmente dalla Provincia il 1° marzo dello scorso anno.
La presidente della Circoscrizione, Franca Ronchetti, ha dichiarato l’intenzione di sensibilizzare il Comune di Como ad assumere il ruolo di capofila per portare avanti l’idea della costituzione di un PLIS anche per la Valle del Cosia, che diventerebbe l’altro polmone verde della città, oltre alla fascia boscosa della Spina Verde (già riconosciuta Parco Regionale).
Da parte sua, l’assessore alle Circoscrizioni e ai rapporti con i quartieri, Maurizio Faverio, ha assicurato il suo impegno a farsi portavoce con gli assessori D’Alessandro e Peverelli e con il sindaco Bruni per dare presto inizio all’iter di costituzione del Parco, facendo tesoro delle esperienze già fatte.

Ha, inoltre, evidenziato, come la Valle del Cosia sia un caso emblematico in cui la difesa dell’ambiente parte “dal basso”, da un concreto interesse e amore per il proprio territorio.
Posizione condivisa dal presidente della Commissione Assetto del Territorio, Ambiente ed Ecologia, Trasporti e Lavori Pubblici del Comune di Como, Mario Lucini, che ha sottolineato come la validità dell’idea del Parco sia comprovata dall’esigenza espressa da molti cittadini, augurandosi che diventi presto una bella realtà. Analogo interesse è stato espresso dal Consigliere comunale di Como, Roberta Marzorati e dell’assessore al Comune di Como.


(settimanale della Diocesi di Como, febbraio 2008)

sabato 26 gennaio 2008

Ricordando l'olocausto

la canzone dell'uccello

Chi s'aggrappa al nido non sa che tutti gli uccelli sanno
e non sa perché voglio cantare il creato e la sua bellezza.
Quando all'alba il raggio del sole illumina la terra
e l'erba scintilla di perle dorate, quando l'aurora scompare
e i merli fischiano tra le siepi, allora capisco come è bello vivere.
Prova, amico, ad aprire il tuo cuore alla bellezza
quando cammini tra la natura per intrecciare ghirlande
coi tuoi ricordi: anche se le lacrime ti cadono lungo la strada,
vedrai che è bello vivere.
1941, Anonimo

Comasco dell'Anno: Todeschini ha una marcia in più!

Domenica termina il concorso!!

Vi proponiamo ora un'aggiornamento del concorso indetto dal quotidiano "La Provincia" per la nomina del "Comasco dell'anno"; a quanto pare, come si legge dalle pagine del 25 gennaio, ci sono buone probabilità che il possibile fortunato non sia un uomo, bensì un'esponente del gentil sesso: Mary Borgia Cegherini, rappresentante l'associazione di cinquantenni comaschi La Stecca: naturalmente la classifica è momentanea, ci sono molte possibilità che questa possa cambiare drasticamente entro domenica, quando finirà il sondaggio tra i lettori!
Al momento il nostro vice-presidente Roberto Todeschini ha rimontato alla grande superando gli avversari e aggiudicandosi un buon numero di voti, 27! questo gli permette di classificarsi al quinto posto!
Un gran bel numero ma...chissà se la situazione potrebbe cambiare in suo favore? qui del blog facciamo tutti il tifo per lui!!

Vi ricordo che se volete esprimere il vostro voto per Roberto potete sostenerlo mandando una mail a
redcronaca@laprovincia.it ricordando di aggiungere una motivazione della vostra scelta e il vostro nome; oppure per fax allo 031-58.24.21 o con una lettera a Il comasco dell’anno presso la redazione de La Provincia in via Paoli 21, 22100 Como

giovedì 24 gennaio 2008

Carnevalose curiosità

E' la festa più attesa di questo periodo, nella quale grandi e piccini decidono di comportarsi diversamente rispetto al resto del corso dell'anno cambiando la loro identità, travestendosi con variopinte maschere e costumi, divertendosi con con scherzetti e mattachionate e festeggiando al ritmo di colori, musica e allegria!


E' facile indovinare: si tratta del Carnevale, la festa più pazza dell'anno! anche il nostro paese si sta preparando a festeggiare alla grande con una fantastico appuntamento rivolto ai bambini di tutte le età...anche quelli di 100 anni, come vi diciamo sempre! Ma vi siete mai chiesti le origini di questa antica tradizione? noi del blog le abbiamo approfondite per voi!

Il Carnevale è una festa antichissima che viene celebrata prima della Quaresima, festa nella quale è previsto il digiuno e l'astinenza dalle carni di animali: infatti il suo nome deriva da un termine latino "carnem levare", tradotto poi nella nostra lingua come carnasciale, ovvero "periodo in cui non si mangia la carne!"

Le prime manifestazioni che ci ricordano il carnevale nel mondo risalgono a 4000 anni fa!! Gli
Egizi, furono i primi ad ufficializzare una tradizione carnevalesca, con feste, riti e pubbliche manifestazioni in onore della dea Iside, che presiedeva alla fertilità dei campi e simboleggiava il perpetuo rinnovarsi della vita.


Nel carnevale degli antichi greci, invece, si festeggiava il passaggio dalla stagione invernale a quelal primaverile, simbolo della ripresa del ciclo della natura e della rinascita della vita: particolari di queste festività erano le sagre del vino, dedicate al dio Bacco, divinità del Vino e della gioia di vivere.



Al giorno d'oggi il carnevale è festeggiato in modo diverso: grandi e bambini decidono di travestirsi con costumi e maschere, sfilano in giro per le strade tutti insieme ammirando i carri decorati a tema, elementi tipici di questa festa, e al loro passaggio lanciano coriandoli e stelle filanti...le strade delal città diventano una vera esplosione di colori!
LO SAPEVI CHE... i Carnevali più famosi d'Italia sono due: il primo è quello Veneziano, nel quale le persone si vestono di preziosi abiti barocchi e rinascimentali fatti di drappi e tessuti pregiati e sfilano per la città della Laguna, concedendosi agli scatti dei fotografi e alla gente ammaliata dalla loro eleganza; mentre il secondo è quello di Viareggio, famossisimo per i suoi carri a tema e per le sfilate di costumi!
Il Carnevale più famoso del mondo, però, è quello festeggiato a Rio de Janeiro, in Brasile, dove la festa continua ad andare avanti fino a notte inoltrata e i carri hanno delle coreografia e scenografie a dir poco spettacolari!



Un'altro elemento tipico di questa festività è prettamente di tipo culinario: frittelle e chiacchiere cosparse di zucchero a velo sono la specialtà della festa!
Nessuno di noi riesce a resistervi, vero?
Se siete interessati a conoscere ulteriori curiosità riguardo questa festa, allora fate un salto su i seguenti link, dove potrete trovare altre informazioni interessantissime e tanti suggerimenti per festeggiare!
-Carnevale in allegria un sito molto bello e allegro interamente dedicato al Carnevale: dentro potrete trovarvi rime e poesie, anedotti sul carnevale come veniva festeggiato un tempo e deliziose ricette da far venire l'acquolina in bocca!
-Carnevale di Venezia questo è il sito ufficiale dell'organizzazione dei festeggiamenti per il Carnevale veneziano: navigando su questo sito potrete scoprire la storia e le tradizioni di questo evento e vedere foto interessantissime!
-Carnevale di Viareggio è allegro e colorato, proprio come le pagine di questo bel sito! divertitevi ad esplorarlo e scoprire qualche curiosità!

martedì 22 gennaio 2008

la Newsletter del blog di Camnago volta

direttamente nella vostra casella di posta le novità "fresche" del nostro paese e del blog!


Come sapete in questo ultimo periodo il blog sta cercando di rinnovarsi alla grande...avrete già notato qualche "piccolo" cambiamento...l'insegna del titolone, per esempio: ad aggiungere un pò di colore ai nostri post quotidiani...mi raccomando, non dimenticate di dirci la vostra e cosa ne pensate!


Tra le novità del blog c'è anche il nuovissimo servizio di Newsletter:
è sufficiente che vi iscriviate mandando il vostro indirizzo di posta al nostro principale contatto camnagoscorner@gmail.com con l'intestazione del titolo "Newsletter" e, periodicalmente, vi terremo aggiornati con tutte le novità del blog, articoli e i principali eventi del paese: il tutto dal vostro indirizzo di posta elettroncia, per ricevere sempre le notizie " più fresche"!
--------
Ricordate: mandateci una e-mail con il titolo intestato come newsletter all'indirizzo camnagoscorner@gmail.com !!

Votate per Roberto Todeschini

Carissimi
come va?oggi vi scrivo per informarvi che il nostro caro Roberto Todeschini,vice presidente della Circoscrizione di Camnago Volta e responsabile di Cultura e Spettacolo è arrivato finora al sesto posto della classifica nel concorso indetto dalla Provincia per il "Comasco dell'anno"..
allora votatelo anche voi così potrà arrivare al primo posto,merita di vincere per tutti gli eventi organizzati (ve li ricordate,vero?) e che continuerà ad organizzare,con il massimo impegno per migliorare il nostro bel paese..
allora..forza..partecipate al sondaggio indetto da un nostro Quotidiano di Como La Provincia e votate il candidato che preferite indicando il suo nome e accompagnando la vostra scelta con una motivazione, quindi spedite il tutto con l'intestazione Il comasco dell'anno ai seguenti indirizzi:
-per e-mail:
redcronaca@laprovincia.it
-per fax: 031-58.24.21
-per posta, all'indirizzo: «Il comasco dell’anno» c/o redazione de «La Provincia», via Pasquale Paoli 21, 22100 Como
come ha già scritto la mia collega il 17 gennaio..
allora buona giornata a tutti e a presto

domenica 20 gennaio 2008

carnevalando 2008

Momenti di festa domenica 27 gennaio a Camnago!


Tra poche settimane il freddo mese di gennaio giungerà al termine per lasciare il posto a Febbraio, il mese per antonomasia delle feste scherzose e del carnevale...la nostra comunità non è da meno nel prepararsi a inaugurare l'arrivo del mese più corto ma giocoso dell'anno, e lo fa con una simpatica festiciola alla quale siete tutti invitati!

Domenica 27 gennaio alle ore 15.30 si terrà presso l'auditorium A. Volta di Camnago Volta lo spettacolo di intrattenimento rivolto a tutti Carnevalando: per l'occasione il duo "Linda e Mario" intratterranno grandi e piccini con lo spettacolo di burattini La Penna D'oro;
seguiranno poi la sfilata delle maschere con giochi, musica e merenda e tante sorprese!

Per chiunque intendesse portare qualcosa per festeggiare , sono gradite bibite e dolci per lo spuntino...a voi la scelta, cari amici e amiche! Niente Coriandoli, solo tanta spensieratezza!

sabato 19 gennaio 2008

foto curiose di Camnago



Per distrarsi un poco non c'è nulla di meglio che una bella passeggiata per la nostra Camnago...se avete occhio, poi, sono tantissimi i soggetti insoliti che potete trovare! Prendete questo simpatico Collie (la famosa razza di Lassie): dalla sua aria incuriosita si direbbe che sia interessato a parteciapare all'incontro sui Farmaci generici di sabato 26 gennaio! Diamoci appuntamento con lui per sabato prossimo, allora!

Dalla Linea del Tram verso un parco della valle del Cosia

appuntamento in In sala consiliare venerdi 25 gennaio alle ore 21:00

Ecco un'altro interessantissimo appuntamento organizzato sempre dalla circoscrizione IV camnaghese: una conferenza sul tema del parco del Cosia; già nella precedente conferenza del 27 novembre Un viaggio tra passato e presente- il Cosia si era trattato di questo argomento, ma stavolta ad intervenire e a raccontare la proprie opinioni ci saranno diversi ospiti:

- Dott.ssa Franca Ronchetti
presidente circoscrizione IV Camnago Volta
- Arch. Giuseppe Reynaud e Arch. Marco Castiglioni gruppo PVC, la città possibile – Como
- Prof.ssa Marialuisa Tettamanzi ass. Ambiente e Comunicazione del comune di Lurate Caccivio (comune capofila del PLIS sorgenti del torrente Lura)

mi raccomando, cercate di non mancare!

Corso di Chitarra per Bambini e Ragazzi

grandissima novità: da domenica 3 febbraio



Ragazzi, anche avete una passione per la musica? sognate di diventare dei bravi musicisti specializzandovi con uno strumento specifico, ad esempio la chitarra? allora questa è la grande occasione che stavate aspettando: la circoscrizione IV del nostro paese ha organizzato, a partire da domenica 3 febbraio, un corso di chitarra: per scoprire e imparare tutto riguardo questo affascinante strumento musicale: come accordarla per suonare, come prendersene cura, saper leggere gli spartiti musicali... e quindi saperla suonare!

Se siete interessanti a questa splendida iniziativa e volete prenotarvi o desiderate maggiori informazioni a riguardo, ecco i contatti utili:


- Circoscrizione IV 031/302337
- Roberto Todeschini (organizzatore dell'evento) 347 8452378

- e-mail camnagoscorner@gmail.com

giovedì 17 gennaio 2008

Il Comasco dell'anno- nomine

il concorso indetto dal quotidiano La Provincia, tra gli aspiranti al primo posto Roberto Todeschini, vice presidente della circoscrizione 4



E' una novità della quale noi del blog siamo venuti a conoscenza solo questa sera: il quotidiano La Provincia ha indetto un concorso per nominare "il Comasco dell'anno"; a quanto pare la competizione sta diventando sempre più difficile per i concorrenti in gara, lo stesso si può dire per Roberto Todeschini, vice presidente della nostra circoscrizione e "new entry" del concorso, che dovrà vedersela con altri aspiranti a questo esclusivo titolo...pensate che sia la persona giusta per questo premio? avete intenzione di sostenerlo con il vostro voto?

Allora partecipate al sondaggio indetto dalla Provincia: votate il candidato che preferite indicando il suo nome e accompagnando la vostra scelta con una motivazione, quindi spedite il tutto con l'intestazione Il comasco dell'anno ai seguenti indirizzi:

-per e-mail: redcronaca@laprovincia.it
-per fax: 031-58.24.21
-per posta, all'indirizzo: «Il comasco dell’anno» c/o redazione de «La Provincia», via Pasquale Paoli 21, 22100Como


Mi raccomando, cercate di dare il vostro contributo votando chi preferite e...che vinca il migliore!

martedì 15 gennaio 2008

Farmaci o non Farmaci, questo è il dilemma...

sabato 26 gennaio appuntamento con FARMACI GENERICI (Soluzione efficace ed economica)


Stagione invernale post- festiva: tempo per ognuno di noi di riprendere i propri doveri e ricominciare il tran-tran di tutti i giorni...i bambini a scuola, il lavoro in ufficio...a conciliare questo paesaggio poco "idilliaco" il tempo gelido e quasi sempre piovoso, temperature bassissime e la grande umidità causata da piogge e nevicate...insomma, con queste condizioni di inizio anno è quasi sempre un'impresa impossibile riuscire ad avere un p'ò di tempo per sè stessi ed, eventualmente, anche per la propria famiglia!

Se poi a complicare le cose arrivano anche influenze e malattie che costringono restare a casa, il problema si duplica! Bambini, adulti e anziani...quali sono i farmaci ideali da usare in queste circostanze? E soprattutto, acquistando medicinali, alla fine starà male anche il nostro portafoglio?

Proprio a questo proposito il Centro sociale anziani “A. Volta”, con il Patrocinio della Circoscrizione nr. 4 del nostro paese, ha organizzato per sabato 26 gennaio 2008 alle ore 15.00 in piazza Martignoni un'incontro speciale rivolto a tutti per approfondire il tema "Medicinali & Farmaci": Farmaci generici (soluzione efficace ed economica);

All'appuntamento si approfondiranno in particolare i Farmaci Generici: che tipo di prodotti sono e se convengono veramente dal punto di vista economico; All'incontro parteciperà, in qualità di relatore, la Dott.ssa Elisabetta Licitra, alla quale potrete porre tutti i vostri dubbi e quesiti!

Se desiderate partecipare cliccando su questo Link troverete il volantino di questo appuntamento che potrete stampare come promemoria.

lunedì 14 gennaio 2008

La storia di Mari e Caffè continua...



Carissimi Amici, la splendida vicenda della Folletta Mari e del suo amico a quattrozampe Caffè ha avuto un grande successo di pubblico: basta vedere i commenti che molti di voi hanno rilasciato in proposito, siete rimasti tutti colpiti dalla generosità e dal gran bel gesto di questa persona!

Ebbene, la Favola della Folletta generosa e del suo cagnetto non è finita qui: leggete questa lettera mandata dal Presidente della Circoscrizione Franca Ronchetti apparsa sul quotidiano locale sulla Provincia che abbiamo deciso di pubblicare per intero:


NATALE
Un "folletto" generoso
e una storia da condividere



Egregio dottor Cavalcanti,
ho letto con gran piacere e non senza un po’ di emozione la piccola notizia che ha saputo trasformare in racconto, sul numero di giovedì 10 de «La Provincia», a proposito della letterina inviata "in palloncino" da una bambina di Camnago Volta, che non è rimasta, con sorpresa e felicità che il suo articolo aiuta a immaginare, senza risposta.
Le scrivo, oltre che per complimentarmi, perché sappia che l’intero quartiere di Camnago Volta si è rallegrato della notizia, tanto più che il lancio dei palloncini nel tempo precedente il Natale è stato voluto e organizzato dalla Circoscrizione che ho l’onore - e in questa occasione anche la gioia- di presiedere.
In fondo, la risposta del gentile "folletto" autore di un gesto raro, che sia io, sia il vice-
presidente vicario Roberto Todeschini che ha organizzato la manifestazione del lancio
dei palloncini, vogliamo pubblicamente ringraziare, è giunta a tutta Camnago Volta.
Con i migliori saluti.

Franca Ronchetti
Presidente Circoscrizione IV


Risponde
Andrea Cavalcanti
Gentilissima presidente, questa simpatica storia di Natale rappresenta una di quelle che si vorrebbero leggere molto più spesso sui giornali, sempre così pieni di notizie tristemente "al negativo".
La sensibilità di un generoso "folletto" e la cortesia della famiglia di una bimba hanno permesso che tutti i lettori de «La Provincia» potessero condividere questa favoletta, doppiamente bellissima proprio perché vera.
Da onesto estensore dell’articolo, ne ringrazio tutti i protagonisti rinnovando, in particolare alla piccola Alice vicina al compleanno, gli auguri per un sereno 2008.


Che dire? una storia davvero fantastica, nella quale ai due protagonisti della vicenda sono stati riconosciuti persino i meriti più alti non solo della circoscrizione, ma anche da tutto il nostro Paese! Ci piace pensare che Mari e Caffè abbiano letto il nostro blog e siano a conoscenza di tutto l'affetto che proviamo per loro...e voi continuate pure a scrivere i vostri commenti su questa bella favola e gli apprezzamenti rivolti ai nostri due amici, come avete già fatto!

Chissà se al mondo esistono altri folletti e follette come Mari, capaci di tale generosità?

domenica 13 gennaio 2008

A volte, la Magia...

...ovvero la storia della Folletta Mari, del cane Caffè e del Palloncino Verde.

Carissimi amici, come potevamo iniziare al meglio l'anno appena arrivato se non con qualcosa di originale e insolito, di diverso dagli altri blog, qualcosa di...magico? Quello che vi sto per raccontare non è una storia inventata, ma è accaduta realmente
Pubblico qui di seguito la mail inviataci da Elena L., una mamma camnaghese:

"Buonasera
sono la mamma di Alice che, come altri, il giorno 16 dicembre, ha lanciato il suo palloncino in cielo. Volevo solo farvi sapere che grazie a questa bella iniziativa (non unica!!), Alice ha ricevuto una bellissima lettera in risposta da parte di un "folletto" con allegato un piccolo regalo (...).
Grazie infinite per quello che fate per noi, ma soprattutto, per i nostri bambini"

Avete letto proprio bene: se ancora siete increduli mettetevi pure gli occhiali per riguardare con maggior attenzione il messaggio della nostra amica! Vi ricordate il famoso lancio dei palloncini per Babbo Natale e Gesù Bambino avvenuto il 16 dicembre scorso? Noi del Blog ne abbiamo trattato a lungo, pubblicando i momenti più belli della giornata, mostrandovi il lancio dei palloncini e svelandovi i retroscena della festa! (vedi il link)



In qualità di "ben informate" vi avevamo detto che tutti i palloncini, dopo un duro e difficile viaggio, erano arrivati presso i loro destinatari, ma c'è stata un'eccezione: un bel palloncino verde che trasportava la letterina di Alice, una bambina di Camnago, si era allontanato dal gruppo degli altri palloncini intenti a seguire la via per giungere alla meta...volando ignaro di dove stesse andando, il Palloncino verde finì per ritrovarsi, spaesato, in un Bosco nei pressi di Guanzate; era lì per lì a disperarsi, e a pensare che non sarebbe mai riuscito a consegnare in tempo la Letterina affidatagli dalla bambina... Fortuna che la folletta Mari e il Cane Caffè...leggete il resto della storia raccontata dal giornalista Andrea Cavalcanti

« Nei boschi di Guanzate, durante una passeggiata insieme al cane Caffè, il folletto Mari trova un palloncino verde con la letterina per Babbo Natale che una bimba di Camnago Volta aveva fatto volare il 16 dicembre scorso.
La raccoglie e la porta al barbuto dispensatore di doni, poi spedisce alla bimba una sua letterina insieme a un regalino, un simpatico braccialettino di legno, che arriva con la busta sabato scorso.
Scrive il folletto: «Babbo Natale ha caricato sulla sua slitta i giochi per te. Non so se è riuscito a portarteli tutti quest’anno, perché la sua slitta era veramente piena di giochi per tutti i bambini.
Mi ha detto che sa che sei una brava bambina e di continuare a obbedire a mamma e a papà. Anche io è Caffè vogliamo mandarti un regalino. Buone feste a te e alla tua famiglia».
Così, la bimba, che non conosce l’indirizzo del folletto, letta la sua lettera e ricevuto il bel dono, complici mamma Elena - «Alice è rimasta entusiasta della sorpresa e dei regali» ha confermato la madre - e papà Fabio, decide di ringraziarlo affidando le sue parole alle pagine del quotidiano «La Provincia».
Scrive la piccola Alice: «Caro folletto Mari che abiti nei boschi di Guanzate, ringrazio molto te e il tuo cane Caffè per aver trovato durante una passeggiata il mio palloncino verde con la mia letterina e averla consegnata a Babbo Natale.
Con me è stato veramente generoso perché mi ha portato quasi tutti i giochi che ho chiesto. Vi ringrazio anche per il regalo che mi avete mandato: è molto carino. Non sapevo proprio come fare per ringraziarvi personalmente, visto che non avevo il vostro indirizzo, così ho pensato di farlo tramite le pagine di questo giornale. Siete stati veramente molto gentili! Grazie infinite e buon anno».
Una fantastica storia di Natale dai protagonisti tutti veri. La bimba, Alice L. di Camnago Volta, che compirà sei anni il prossimo 17 gennaio. Il folletto, una gentile e sensibile signora di Guanzate, autrice del bel gesto, da applaudire due volte anche perché ha scelto di rimanere anonima. Il suo cane, che ha davvero trovato nel bosco il palloncino verde di Alice con quella letterina per Babbo Natale. Il bel regalo del folletto Mari e di Caffè per Alice.
Infine, «La Provincia», felicemente sorpresa di contare anche un generoso folletto del bosco tra i suoi affezionati lettori.»
(tratto da: la Provincia, 10 gennaio 2008)

Questa è proprio una di quelle storie che si vorrebbe leggere sempre sui giornali, che ci fanno sorridere e permettono anche a noi "Grandoni" di continuare a sognare e di...credere nella Magia, sempre! Anche noi del Blog di Camnago ci congratuliamo non solo con la Fortunata Alice, ma anche con la simpatica Folletta Mari e il suo fedele amico a quattrozampe Caffè, a cui mandiamo un affettuoso salutone e questo messaggio, nel caso stessero leggendo questo "postone":
Carissimi Mari & Caffè, avete saputo dare una grande dimostrazione di affetto e generosità e, con il vostro umile gesto, ci avete insegnato che, a volte, la Magia (quella vera, del Cuore) può avverarsi anche nella vita di tutti i giorni, non solo nei libri di favole e nei film di Natale...la magia delle persone buone come voi esiste e, a volte, quando meno ce lo aspettiamo, questa può bussare alla porta di qualche bambino...ops...al palloncino! ;-) un bacione dal Blog di Camnago Volta!

domenica 6 gennaio 2008

Felice Befana dal Blog!!



...alla fine tutti quanti questa mattina, alzandosi dal letto, hanno trovato nella lora calza dei dolcetti e delle squisitezze portate dalla Befana insieme a qualche minuscolo pezzetto di carbone...addirittura di quello commestibile, che si può mangiare normalemente come se fosse una caramella o un bon-bon! Ma quelli che hanno avuto la sorpresa più grande siamo stati noi del blog: un topino nella calza!

curiosità sulla festevità: Epifania è un termine che deriva dal greco ἐπιφάνεια, leggi epifaneia, che può significare "apparizione"

sabato 5 gennaio 2008

Arriva la Befana


Bambini e bambine, mamme e papà: vi siete ricordati che giorno è oggi?
Oggi è il 5 di gennaio: è una serata speciale, perchè una simpatica vecchietta sorvolerà i nostri tetti per distribuire ai monelli carbone e cipolle, mentre a chi è stato buono balocchi e dolcetti!

Stiamo parlando della Befana, una tradizione senza età che da sempre non fa che affascinare tutti quanti: anche quest'anno, mentre noi staremo dormendo nei nostri lettini al calduccio, questa vecchia Signora lavorerà per noi!

A cavallo della sua scopa volante, infatti, la Befana compirà il suo giro di routine sui tetti delle case, vi sgattaiolerà dentro passando per il camino o, se non lo avete, per una finestra (si dice che a volte riesca a passare addirittura attraverso uno spiferro minuscolo) e lascerà all'interno di una calza (che voi dovrete posizionare vicino al vostro letto o alla porta della cameretta...) dei piccoli doni (quasi sempre dolci e caramelle, ma è probabile che vi sia anche qualche giocattolo!), che saranno belli o brutti a seconda di come vi siete comportati nel corso dell'anno!
E poi, via, di nuovo fuori a scorazzare su nel cielo, in cerca del prossimo bambino da accontentare!

Una antica tradizione romana

Quella della Befana non è una tradizione recente, anzi: veniva celebrata già nei tempi più antichi!
All'epoca dei Romani, ad esempio, a festeggiare l'inizio dell'anno non c'era Babbo Natale che portava i regali, bensì una figura molto simile a quella della nostra Befana. I bambini in gruppo andavano nel folto della foresta all'interno di una caverna, dove lasciavano i loro sandali di cuoio per la notte; il giorno dopo ritornavano allo stesso posto e, con grande sorpresa, i loro sandali che avevano lasciato vuoti erano pieni di consigli preziosi che li avrebbero aiutati a comportarsi meglio nel corso dell'anno!

La vecchia signora e i Re Magi

La leggenda della Befana è anche legata alla tradizione cristiana: Si racconta che, quando i tre Re Magi si stavano dirigendo verso la capanna di Gesù Bambino per rendergli omaggio con i loro preziosi doni, si erano persi e quindi decisero di rivolgersi a qualcuno per chiedere delle indicazioni sulla strada da seguire per Betlemme.
Bussarono alla casa di una Vecchietta: la signora anziana si dimostrò molto gentile nei loro confronti, offrì ai tre uomini qualche boccone per fargli riprendere le energie e, essendo pratica del posto, gli spiegò la strada giusta per Betlemme ed evitare di perdersi nel deserto!
I tre Re Magi furono molto grati alla vecchina, a tal punto che vollero che lei gli accompagnasse nel loro cammino per fargli da guida, ma la donna non accettò: aveva ancora molte faccende da sbrigare in casa, e non poteva perdere tempo!
Una volta salutati i Re Magi, la donna iniziò a preoccuparsi: "E se non riescono a trovare la strada giusta? eh se si perdessero nel deserto?!" furono molte le preoccupazioni della signora, e lei non poteva stare a casa con le mani in mano a spolverare il pavimento pensando a quei tre poveri viaggiatori.
Così, per rimediare al suo sbaglio, la donna si coprì con un'ampio scialle e armata di buona lena, andò alla ricerca dei tre uomini...sfortunatamente nn riuscì a trovarli, masi ricordò di un dettaglio: le dissero che stavano andando a trovare un bambino che era appena nato...così le balenò un'idea: decise di lasciare dei regali davanti alle case dove c'erano dei bambini piccoli, nella speranza che uno di quelli fosse il "Gesù" bambino di cui i tre Re Magi parlarono! da allora questa tradizione è andata avanti fino ad oggi!

mercoledì 2 gennaio 2008

I Buoni propositi del Blog

Carissimi amici del Blog,
l'anno nuovo è finalmente arrivato, e questo sorta di diario di bordo del nostro piccolo paesello è già in rete da ben due mesi: la prima volta (chissà chi se la ricorderà, immagino pochi) è stata giovedì 15 novembre: da quel piccolo post intitolato "Grande Inaugurazione" ne abbiamo fatta di strada...da allora è stato un "viavai" di articoli, giochi e passatempi e molti reportage fotografici sulla vita di questo paese!
Eccoci al momento dei buoni propositi del 2008: cosa deve desiderare un blog per l'anno che verrà? questa è stata proprio una bella riflessione, ma alla fine ha deciso di migliorarsi, offrendo maggiore interattività ai suoi visitatori e cercando di crescere in meglio!

Chi di voi, ad esempio, sarebbe interessato a vedere in rete non solo un blog, ma anche un intero sito dedicato a Camnago Volta? questo è il tema del nostro primo sondaggio! Mi raccomando, cercate di rispondere in tanti entro il termine del mese di genanio, alla fine scopriremo le volontà espressa dalla Vox Populi e...ancora buone feste per chi non è ancora tornato a lavoro o a scuola!

martedì 1 gennaio 2008

Felice 2008


Tantissimi Auguri da parte del Blog L'Angolo di Camnago Volta a tutti voi per un fantastico 2008, affinchè si riveli un anno migliore di quelli passati e che riservi per voi tante piccole gioie e grandi felicità e..."Un pensiero particolare a coloro che vivono questi giorni con malinconia e disagio.A loro un invito a non perdere mai la fiducia in quello che la vita può, inaspettatamente, riservare." (il seguito su http://alexandra-amberson.blogspot.com/)