domenica 30 maggio 2010

Una serata insieme alla Congiura dei Poeti



Bella serata di poesia nella sala civica della Circoscrizione 4 di Camnago Volta, dove i ragazzi della scuola di recitazione diretta da Christian Poggioni hanno deliziato il numeroso pubblico con un Recital dal titolo: La Congiura dei Poeti.
Ispirato alle parole di Tiziano Terzani, lo spettacolo di poesia recitata, ha messo in mostra l'ottima preparazione dei ragazzi dotati di ottima esposizione vocale ed un grande dinamismo corporeo, capace di trasmettere le sensazioni del vissuto dal poeta rappresentato. I ragazzi della scuola di teatro si sono cimentati in grandi classici e in testi meno conosciuti della poesia italiana con il risultato di aver regalato al pubblico una serata di spensieratezza come lo stesso Terzani, auspicava nella corrente di pensiero che avrebbe dovuto cambiare il modo di vivere e affronare le problematiche del mondo contemporaneo.
La scuola di teatro che, da questo anno, su invito e collaborazione dell'area cultura della Circoscrizione, trova sede a Camnago Volta, si prefigge già da settembre di ampliare il proprio raggio d'azione, dando al popolo della Pila un taglio sempre vivo di cultura e spettacolo, una movida in grande stile.
di Roberto Todeschini
Sala Civica Camnago Volta 25 maggio 2010

Serata raccontata anche su
http://www.associazioni.eu/

lunedì 24 maggio 2010

LA CONGIURA DEI POETI a Camango Volta



con gli allievi della scuola di teatro diretta da Christian Poggioni

Martedì 25 maggio, ore 21

Circoscrizione 4 di Camnago Volta (Como) – piazza Martignoni

Verranno recitati brani di Leopardi, Cardarelli, Rebora, Barrella, Trilussa, Saba, Montale, Ungaretti, Palazzeschi, Caproni, Merini, Raboni, Totò, Benni, Terzani.

L’ingresso è libero e i posti sono limitati. È quindi obbligatorio prenotare scrivendo una mail a: todeschini.roberto@hotmail.it

domenica 23 maggio 2010

Concerto Sancta Mater





Stupendo concerto a Camango Volta da parte del Coro di Voci Bianche del Teatro Sociale di Como che ha voluto offrire, per la festività di S.Rita, una performance dedicata, deliziando il numerossissimo pubblico con la Messa breve del Pergolesi e vari testi di musica Sacra. Di altissimo livello il recital di Christian Poggioni ,nel racconto della vita della Santa. Entusiasmo e grandi applausi hanno salutato i cantori che hanno offerto un bis dedicato all'Africa e al suo popolo.








Como e Camango Volta indossano gli abiti medievali

Diverse iniziative per festeggiare questo anniversario. Accampamenti storici in viale Varese il 5 e 6 giugno

In occasione della trentesima edizione il Palio del Baradello animerà la città anche nei mesi di maggio, giugno e luglio con alcuni eventi che costituiranno il preludio alla vera e propria manifestazione che, come consuetudine, si svolgerà dalla fine di agosto a metà del prossimo mese di settembre.

Questa mattina le iniziative di questa primavera sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa alla quale è intervenuto, insieme agli organizzatori ed al presidente dell'Associazione Cavalieri del Palio del Baradello, Giuseppe Reina, anche l'assessore al Turismo, Francesco Scopelliti: "La trentesima edizione del Palio del Baradello si presenta ricca di eventi e manifestazioni - commenta Scopelliti - Un programma brillante per dare quel qualcosa di più alla manifestazione ed alla città: dalla mostra al Broletto all'organizzazione degli accampamenti medievali lungo le mura per far rivivere il Medioevo in città, anche in funzione di una maggiore attrattività turistica.

Questo programma di iniziative primaverili è poi completato da una mostra che sarà allestita presso l'ex Chiesa di San Francesco, "Misure Celesti" dalla metà di giugno e da una giornata al Castel Baradello in programma il 4 luglio. Alla fine agosto, poi, avrà inizio la trentesima edizione del Palio che non mancherà di proporre anche eventi particolari come la presentazione, domenica 5 settembre, del volume rievocativo dei 30 anni di questa manifestazione". Da segnalare che il programma della trentesima edizione del Palio del Baradello sfiora i 100mila euro di impegno economico e vedrà al via, per la prima volta, il Borgo di Camnago Volta tra i partecipanti.

Programma 21/24 maggio: Mostra di costumi ed armature medievali presso il Broletto (inaugurazione il 21 maggio alle 18.00. Orari d'apertura: 9-12; 15-18). Premiazione per la Palestra d'arte: un'avventura nel mondo della creatività della scuola primaria di Casnate con Bernate. 5/6 giugno: Accampamenti medievali in viale Varese. 5 giugno: (dalle 10 alle 33.20) tra le 36 tende verrà riproposta la vita medievale dal 1100 alle soglie del Rinascimento con scene di vita nonché esibizioni di sbandieratori, giullari, dimostrazione di tecniche di duello. Ore 20.45 (piazza Duomo): spettacolo di musici, giullari, mangiafuoco e polveri da sparo. 6 giugno: (dalle 10 alle 19.30) animazione negli accampamenti. Ore 17.30 (Piazza San Fedele): spettacolo con giullari, musici, sbandieratori e premiazione del I Torneo di cucina storica. 16/27 giugno: (ex Chiesa di San Francesco): "MisureCelesti", a cura di Viola Lilith Russi e della Fondazione D'Ars Oscar Signorini. Mostra d'arte contemporanea dove alcuni artisti si confrontano con la dimensione dello spazio-tempo, del sacro e del profano attraverso sculture, installazioni, light installations e paesaggi sonori. 4 luglio: manifestazione al Castel Baradello. 18 luglio: festa del Borgo di Brienno. Trentesima edizione del Palio del Baradello dal 28 agosto al 19 settembre 2010.

Info eventi todeschini.roberto@hotmail.it

Frammenti del 1' Maggio a Torino



Roberto Todeschini e co.


Comocuore in festa per i 25 anni

lunedì 3 maggio 2010

Camnago Volta... in Cammino

di Roberto Todeschini



1 maggio festa del lavoro, festa di una comunità che nel lavoro trova momenti di aggregazione, socializzazione e divertimento nello scoprire le bellezze dell'arte nella storia della fede. La giornata, turbata dalle singole preoccupazioni di una possibile pioggia, è iniziata con il sorriso di un sacerdote pronto a dare il benvenuto ad ogni gitante, indaffarato nel trovare la giusta collazione per un viaggio che si annunciava pieno di sorprese.



Torino, prima tappa della giornata, ha dato a noi Camnaghesi l'immagine e la magia di un unico mix, dove la natura diventa bellezza architettonica in uno spazio immenso, sovrastato dalla Reggia che, pur non potendola visitare, ha dato a ciascuno una singola emozione del vivere quotidiano di quel tempo. Sì il tempo, che è sembrato scorrere a tutti noi anche in questa giornata dove le paure di una possibile pioggia, lasciavano spazio ad una certezza di sole che ha accompagnato la comitiva al ristorante, adagiato su uno splendido lago.




Come in tutte le occasioni, la tavola unisce e sposa argomenti che fanno di una giornata la giornata delle confidenze, delle confessioni e dell'amicizia; è con questo sentimento che siamo ripartiti verso la Sacra di S. Michele. Giunti sul luogo sacro, siamo stati avvolti dalla misticità del luogo e subito si è percepito l'importanza che nel tempo ha assunto questo luogo fatto di preghiera, lavoro e dedizione.



Arrivata la pioggia nel frattempo, l'ingresso diventava sollievo e felicità per aver demonizzato una giornata che tutti davano impossibile; dopo esserci sistemati nella chiesa ricavata per le celebrazioni di comitive come la nostra, Don Andrea Messaggi, ideatore della giornata ha spiegato nell'omelia già prefestiva, la fede di chi questo luogo ha vissuto nel quotidiano e nell'accoglienza, rifugio di spiritualità nella ricerca di Cristo.



Terminata la celebrazione, la visita alla Sacra ha aperto il cuore della fede di ognuno di noi nell’osservare, vedere ed ascoltare la storia che è fede, fede che ogni giorno ha trovato l'alba sino ad oggi, al giorno in cui Camnago ha dato con la propria visita la testimonianza che l'unità di più cuori, passa da chi quel cuore ha donato per la salvezza dell'uomo.



Arrivati a Camnago, soddisfatti per una giornata davvero carica di spiritualità, non ci è restato che ringraziare l'organizzatore instancabile Piero Canu, attento a dare ad ognuno la risposta che ogni gitante attende: Piero ora dove andiamo?

domenica 2 maggio 2010

Concerto a Camnago Volta per S. Rita da Cascia

Venerdì 21 maggio ore 21 Chiesa S. Cecilia
Camnago Volta
La Circoscrizione 4 e la Parrocchia S. Cecilia, per celebrare la festività della Santa, organizzano un concerto di musica sacra dal titolo: "Sancta Mater". Il concerto sarà offerto al pubblico dal Coro di Voci bianche del Teatro sociale di Como che eseguiranno un vasto repertorio frà i quali la Messa brevis di leon Delibes. Direttore Pilar Bravo.




Santa Rita è una delle Sante più amate oggi, oggetto di una straordinaria devozione popolare, perché amata dal popolo che la sente molto vicina per la sua stupefacente "Normalità" dell'esistenza quotidiana da Lei vissuta, prima come sposa e madre, poi come vedova e infine come monaca agostiniana. La venerazione per questa piccola suora di Cascia non accenna a diminuire, anzi s’intensifica con il tempo, accompagnata da guarigioni, conversioni, profumi e altro ancora.





Info ev
ento: todeschini.roberto@hotmail.it Rec. mobile 347/8452378
Don Andrea Messaggi amessag@tin.it 031/3371045

A Camnago Volta con la Polisportiva Sant’Agata

Sabato 24 aprile 2010,il rinnovato campetto dell’Oratorio della Parrocchia di Santa Cecilia, a Camnago Volta, ha ospitato la Polisportiva Sant’Agata; in collaborazione con la Circoscrizione n. 4 si è svolto il primo incontro

“Gioca con Noi”



L’evento ha coinvolto bambini e ragazzi con la passione per il calcio che, dapprima si sono impegnati in un allenamento come dei veri professionisti con tanto di scatti, dribbling, triangolazioni e tiri in porta, poi si sono sfidati nelle “partitelle”.

Tutti, a partire dai più piccini, hanno dimostrato ai numerosi spettatori di avere una buona dose di agonismo, tanto impegno e tanta voglia di apprendere e di giocare insieme.

Hanno vinto tutti, ovviamente !

La merenda offerta dai genitori e la Santa Messa celebrata dal Parroco di Camnago Volta, Don Andrea Messaggi, hanno concluso un pomeriggio ben riuscito: anche il meteo ha dato una mano !!

Lo scopo della manifestazione non è stato solamente quello di far conoscere una realtà sportiva che è già un valido punto di riferimento per tanti ragazzi della zona ma, soprattutto, quello di proporre con tanta allegria lo sport del calcio come veramente dovrebbe essere : un gioco che unisce ed aiuta a crescere .

Riprendendo le parole del Parroco , nella Santa Messa a chiusura della giornata:

“ Dio parla attraverso le circostanze e le persone; quindi sono gli adulti che si devono appassionare del destino di chi è più giovane. Anche attraverso lo sport si aiuta un bambino a diventare uomo , sollecitandolo sempre a guardare con verità la vita.”

Quindi un grazie a tutti coloro che hanno collaborato all’evento, appassionati appunto del destino di chi è più giovane, con un invito a ripetere l’iniziativa.