Il Palio del Baradello e Camnago



Sabato 29 alle ore 18.30 con l'esibizione del Gruppo Arcieri di Cernobbio, prende vita la 30° edizione del Palio del Baradello della città di Como.

Il Palio del Baradello, rievocazione storica in abiti medioevali, prende il nome dal Castel Baradello, che sovrasta la città, fatto erigere da Federico I di Svevia, detto il Barbarossa, a difesa della città alleata.




Fonti storiche narrano che nel "mese di Giugno, anno del Signore 1159, l'imperatore Federico I di Svevia, dopo aver sconfitto Milano con il determinante contributo delle truppe di Lodi, Cremona, e Pavia ma soprattutto Comasche, riconoscente, giunge in visita a Como. La città alleata gli tributa gran festa e accoglienza: si organizzano in suo onore gran banchetti, luminarie, parate e gare sul lago"



Nel 1981 nasce quindi il palio, che coinvolge le contrade storiche della Città di Como (Borgo di Rebbio, Borgo di Sant'Agostino, Borgo della Roggia Molinara, Contrada della Cortesella, Borgo di Camerlata, Borgo di San Martino, Borgo di Tavernola) e alcuni Comuni del territorio lariano (Comune di Brienno, Comune di Cernobbio).



Si articola attraverso tre gare ufficiali: la cariolana, corsa storica con le carriole, la giostra del saraceno, dove il Cavaliere di ciascun Borgo scende in campo galoppando sul proprio destriero e cerca di colpire il bersaglio del simulacro prima del proprio antagonista, sceso anch'esso in campo, ottenendo in tal modo il diritto ad incontrare l'avversario successivo ed il tiro alla fune, che ha sostituito dal 2005 la regata, gara remiera con le caratteristiche lucie (barche a fondo piatto).



Da quest'anno si aggiunge il Borgo di Camnago Volta che per la prima volta nella storia del Palio sfilerà con il proprio drappo. La partecipazione alla rievocazione cittadina, voluta fortemente dal Presidente della Commissione Cultura della Circoscrizione, Roberto Todeschini , che per più di un anno ha tessuto i contatti con la Presidenza del Palio cittadino, ha trovato l'entusiasmo di un gruppo di persone che hanno dato vita all'associazione Amici del Palio. Il borgo di Camnago quest'anno avrà il compito di sfilare con il proprio gonfalone, ma dall'anno prossimo parteciperà alle gare ufficiali, cercando di tenere alto l'onore del bel quartiere Comasco. Reggente del Borgo, Angelo Zerbi. Un grosso augurio a lui e a tutto il gruppo "Amici del Palio", nella speranza che diventi sempre più nutrito dalla partecipazione degli abitanti di Camnago Volta.

Commenti

Post popolari in questo blog

Genitori Protagonisti- Scopriamo chi é Lucia Todaro

Storia Camnaghese- Volta e la "scoperta" delle patate e un sonetto del Sordelli

Terminato "Genitori Protagonisti"