Baule dei suoni a Tavernerio per il Mantello di S. Martino

di Roberto Todeschini


Una serata davvero speciale a Tavernerio. 21 gennaio 2012, il Mantello di San Martino, con un concerto benefico, entra ufficialmente a far parte del tessuto sociale di una comunità che, come tante altre, sente sempre di più il peso di una crisi che non conosce e non guarda in faccia a nessuno. Ma cosa si prefigge questo Mantello? Il suo simbolo di protezione è stato voluto e adottato da una comunità intera, per mezzo dell’istituzione che più di altre la rappresenta, l’amministrazione comunale. La politica, a volte, sa scegliere strade che oltrepassano le ideologie partitiche, a favore dell’interesse che deve essere sempre il centro della vita: la persona con la sua dignità e la necessità di interagire con pari opportunità all’interno di uno spazio comune.


Per tutto questo, è nata una serata a sigillo di questa iniziativa con il Baule dei Suoni, storico gruppo guidato da Giulia Cavicchioni, anima musicale e straordinaria persona capace di raccogliere sfide dove al centro di un progetto si ponga l’aiuto al prossimo. Da questa serata ne è uscita una sinergia musicale che ha toccato varie parti del mondo, con testi che hanno condotto per mano il pubblico in una esilarante serata, capace di dare un senso ai cuori di chi ha scelto di sposare con il proprio contributo, un progetto di dignità alle famiglie bisognose in quel di Tavernerio. Rossella Radice, sindaco e anima di questa iniziativa, ha saputo unire le frazioni del paese tessendo una rete di riservatezza, capace di favorire approcci impensabili in altre sedi.


Le parrocchie, garanti spirituali del servizio, saranno testimonianza di universalità dell’opera senza condizionamenti di alcun genere. Il concerto, applauditissimo, ha regalato ai cuori dei partecipanti un’allegria interiore, derivata dalla consapevolezza che, quel mantello posato dal Comune sulla propria gente, sarà per tutti certezza di vigilanza affinché nessuno possa sentirsi abbandonato o emarginato: solo così da ogni baule di vita personale uscirà il meglio del proprio essere in aiuto a chi la mano attende!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Genitori Protagonisti- Scopriamo chi é Lucia Todaro

Storia Camnaghese- Volta e la "scoperta" delle patate e un sonetto del Sordelli

Terminato "Genitori Protagonisti"