La fede acquistata


Cara redazione,

non posso e non voglio tacere il mio disappunto dinnanzi a quello che sta accadendo in queste ore a Roma, durante la visita in Italia del colonnello libico Gheddafi. I rapporti fra le nazioni si consolidano e si intensificano in altri modi, rispetto a quelli a cui stiamo assistendo a mezzo stampa e televisione. Gli show da telenovela fanno rabbrividire il cuore di chi pensa e spera ancora, come me, che una nazione si possa fondare su basi solide di rispetto reciproco e sul sano interscambio culturale, sociale ed economico. Io da Cattolico e da elettore del PDL dico e grido al capo del governo: Presidente Berlusconi si fermi!!! Si, si fermi a riflettere sui risvolti di impatto morale che una propaganda simile arreca alle nuove generazioni, che vedono nei propri coetanei merce di acquisto anche nella professione di fede. Si fermi Presidente perché l'amicizia con una Nazione non può costare il calpestio di un credo che è spina dorsale del nostro paese. Si fermi Presidente perché Roma e l'Italia sono il centro del Cristianesimo che non si conquista con pochi soldi in cambio di una promessa di lavoro!! Si fermi Presidente perché chi sta scrivendo crede anche nel PDL, ma non può accettare che la Croce e chi la rappresenta sulla terra, vengano dopo un interesse, qualsiasi esso sia. Presidente, mi sento offeso e da Cattolico le chiedo: si fermi, si fermi a riflettere!!Le elezioni si possono vincere o perdere ma la fede in Cristo risorto NO!! A qualsiasi costo, come ricordò Giovanni Paolo II a Tor Vergata nel 2000, durante il raduno con i giovani. Bene ha fatto il Cardinal Bagnasco ad auspicare coerenza e compattezza in politica da parte di noi cattolici; ora é giunto il momento di rivendicare ciò che ci appartiene con fatti concreti. Ad ognuno lascio questo spunto di riflessione semplice ed al cuore di ogni Cristiano, lascio le immagini di giovani comprati con pochi soldi, con il corano fra le mani, perché possano essere la molla per il riscatto che contrasti il relativismo che porterà la nostra vita ad un cardiogramma piatto.

di Roberto Todeschini

Camnago Volta

Commenti

Post popolari in questo blog

Genitori Protagonisti- Scopriamo chi é Lucia Todaro

Storia Camnaghese- Volta e la "scoperta" delle patate e un sonetto del Sordelli

Terminato "Genitori Protagonisti"